Fare l’amore fa bene agli esami?

1. Fare l’amore fa bene agli esami?
2. E gli esami fanno bene al fare l’amore?

Digressione

Notare bene che non ho scritto:
1. L’amore fa bene agli esami?
2. Gli esami fanno bene all’amore?
Questa è tutta un’altra questione sui rapporti di lunga durata, quelli che durano una vita o quasi.

Ritorno ai quesiti iniziali, per i quali, a dire il vero, non ho risposte. Semplicemente me li sono posti in questo periodo.

Ovviamente ci sono tanti modi di fare l’amore, dipende dai desideri, dai gusti, dal periodo, dalla circostanza, da “con chi”, se è dolce il giusto o troppo o troppo poco, se è forte e appassionato o irresistibile, se con lentezza, se veloce ma intenso … l’elenco potrebbe continuare all’infinito.

Il mio periodo attuale, si sa, è quello da stress da esame. In questi ultimi tempi ho studiato molto, parecchie ore quasi tutti i giorni.

A me studiare piace. Certo, è faticoso, come ogni cosa che richiede uno sforzo. Quello che mi piace non è solo nelle cose che apprendo, ma in una sorta di concentrazione che in certi periodi sento portata al (mio) massimo grado. È entusiasmante sentire le proprie sinapsi al lavoro mentre producono ragionamenti. È una condizione particolare in cui mi sento protesa verso qualcosa e che assomiglia a una sorta di allerta che rimane viva fin che non interviene la stanchezza. Il fatto è che mi piace così tanto che faccio fatica a lasciarla per andare a fare altre cose pure piacevoli, e soprattutto temo di perdere quella concentrazione particolare andando altrove.
[Mi sto esprimendo male, ma non ho voglia di riscrivere]
Più volte ho potuto constatare, alla luce di quanto è seguito, che tale stato non è un’illusione del momento, in quanto effettivamente ciò che apprendo è molto (quantitativamente), corretto e rimane nel tempo.
Insomma … è una specie di studio curioso in stato di ispirazione (orribile definizione … spero però che semplifichi e renda).
Dicevo prima … faccio fatica a lasciare questa condizione in quanto temo di perdere la concentrazione, o meglio di non ritrovarla più allo stesso livello.

E qui si inserisce il resto.
Ho un ragazzo che amo molto e col quale sto bene. Anche lui con me (credo … meglio non darlo per scontato).
Capisco che lui, in questo periodo, anche se non lo dice espressamente e nonostante stia pure studiando, sarebbe più disponibile di me a darsi all’ars amatoria.
Ora, premesso che fare l’amore, ma farlo davvero – e non strusciarsi su un corpo – è prima di tutto una carezza che introduce due corpi …
premesso ciò, è ovvio per me che fare l’amore richiede alla mia sensibilità di passare da uno stato di lucidità raziocinante, che per lo più sto usando ultimamente, ad uno di abbandono per accogliere l’altro e per sentire di essere io stessa accolta.

Mi fermo sull’abbandono:
Ciò richiede tempo
tempo strappato allo studio.
Se ciò non accade ↔
non è un gran bel fare all’amore.
Se accade
mi passa la voglia di studiare e trovo appagamento in esso.

Dunque?

…………

E poi infine altri quesiti:

3. Questa cosa succede solo a me (a causa di una forzatura sulla mia emotività che ho messo in atto all’inizio di quest’anno per motivi gravi e che ora riproduco anche qui), o accade a tutti? È una tendenza soggettiva che prevale in alcuni, oppure accade qualche volta sì e qualche volta no?

4. Succede maggiormente alle donne, o è frequente anche nei maschi?

Ecco, se domani mi presentassero dei quesiti di questo genere nella terza prova, lascerei il foglio in bianco e semplicemente mi pentirei profondamente di non aver cercato in questi giorni di accumulare tanto piacere da far invidia al Giacomo (Casanova).
ciau.gif

simonegilardi_amanti.jpg

PS: eh sì, amore mio … in fondo l’ho scritto per te! 😉
Ti amo.
Presto andremo in vacanza … e allora …
love.gif love.gif love.gif

Annunci

~ di julie su giugno 24, 2007.

14 Risposte to “Fare l’amore fa bene agli esami?”

  1. Io sono molto più semplice e categorica di te, juliette:

    1. Fare l’amore fa SEMPRE bene. 😀
    2. Gli esami NON fanno MAI bene.

    Certo, se fossero i quesiti di domani non mi andrebbe molto meglio che a te.
    Infatti non avrei nient’altro da aggiungere!
    😉

  2. Come come?
    Capisco che lui, in questo periodo, anche se non lo dice espressamente e nonostante stia pure studiando, sarebbe più disponibile di me a darsi all’ars amatoria.

    Amore mio, io veramente l’ho pure detto più volte espressamente … evidentemente eri troppo presa dallo studio se non lo ricordi! 😦

    Mi ripeto, piccolina: tu studi troppo! E lo dico disinteressatamente.

  3. Ti amo

    :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    … e in vacanza ti toglierò persino il respiro!

  4. ‘nsomma, tutta sta pappardella per dire che trombate di meno ma che vi rifarete in vacanza!

    Ah! Povero Visconte … te la sei trovata bella, ricca, intelligente … ma un po’ troppo cervellotica …

    … hai tutta la mia compassione!

    😛 😛 😛 😛 😛 😛 😛 😛 😛 😛 😛 😛

  5. C’è chi ha denti ma non ha pane, e chi ha pane ma non i denti …
    😉

  6. Nut, in certi casi possono far male i denti … 😉
    Jan, non ti smentisci mai! 😐
    Comunque io sono perfettamente d’accordo con la Dani. E’ un vero peccato che abitiamo così lontani … 😦

  7. Non preoccuparti, julie … succede anche a me quello che hai descritto.

    Adesso che anche la terza prova è fatta, però, almeno per stasera puoi concederti l’ “abbandono” … 😉

  8. Pure a me è successo. E, per quel che ne so, dovrei essere un maschio. 😉
    Tieni duro, juliette.
    Baci

    ps: ars amatoria a parte, mi ha colpito questo:
    Il fatto è che mi piace così tanto che faccio fatica a lasciarla per andare a fare altre cose pure piacevoli, e soprattutto temo di perdere quella concentrazione particolare andando altrove.
    E’ la classica “ossessione” del ricercatore e dell’artista.

  9. @ dani e max: non ci credo che voi non abbiate mai di queste tensioni, anche se siete più distanti di noi.

    @ jan: non ti sopporto più!

    @ nut: noooo … i proverbi nooooooo!

    @ Alice e Ferdi: meno male! Posso consolarmi un po’ …

    @ Marco: scusami Tato 😦
    Per il resto non vedo l’ora.
    :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  10. […] “Fare l’amore fa bene agli esami?” […]

  11. ma ke cazzo te ne fotti…….ma tromba! scopa!!! trombare una sera, o un pomeriggio non ti farà certo perdere il filo dello studio!

  12. Certo che tu, Serena, non le mandi certo a dire le cose con questo linguaggio!
    Comunque non credo tu abbia colto cosa volesse dire Julie in questo post.
    Ciao

  13. come dice Guglielmo da Baskerville “Niente riesce a dare piacere come la seduzione della conoscenza”…ma anche il piacere della carne può fare miracoli!sei una ragazza fortunata,organizzati e trova il tempo x fare tutto…non c’è niente di impossibile,basta organizzarsi…

  14. Quoto dani: fare l’amore fa sempre bene, gli esami fanno solo male! 😄
    Cerca di trovare un giusto equilibrio. Il tuo ragazzo giustamente ti chiede di darti una calmata con lo studio, e non ha tutti i torti. Non aspettare le vacanze, prestagli un po’ più di attenzione anche durante questi periodi pieni di studio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: