Valentino – San e Rossi – più altro ancora

ponte-di-legno1950-little.jpg

Sto bene. Vorrei quasi dire che sono felice. Lo dico: sono felice.
Questo mese è passato in fretta, fra tante cose.
Alcune:

San Valentino, innanzitutto. Sono stata al sit-in delle donne di Bologna, per protesta contro i fatti di Napoli (qui) e in difesa della legge 194 , davanti al pronto soccorso dell’ospedale Malpighi, sit-in che si è trasformato spontaneamente in un corteo verso Porta San Vitale. Quello che è successo nel Nuovo Policlinico di Napoli è veramente intollerabile ed emblematico del clima di reazione diffusamente presente nel nostro paese.
Verso le 19:00 ero d’accordo con Marco che venisse a prendermi, mi aveva detto che aveva una sorpresina per me e che saremmo stati via un paio di giorni senza dirmi dove. «Fidati». Ed io mi sono fidata, perché non ho motivo per non farlo. Lo amo tanto, il mio Marco.
amor.gif È sempre straordinariamente premuroso e mi fa sentire come una regina. Gli avevo chiesto però di dirmi almeno cosa dovevo mettere nello zaino. «Hai detto che t’era venuta voglia di sciare, no? Ti porto in montagna». Partiamo. Non so ancora per dove esattamente. In auto insisto per conoscere la meta. Cede: Ponte di Legno, in Valcamonica, in una casa dei suoi in montagna. Al mattino aveva telefonato al vicino-custode perché accendesse il riscaldamento. Sosta per la cena durante il viaggio. Arriviamo dopo mezzanotte, e lì la sorpresa. Il riscaldamento non funziona! Nonostante l’ora Marco telefona al custode, che gli dice che quando l’aveva acceso tutto era a posto e che era passato pure nel pomeriggio tardo per dare una controllata. Evidentemente s’è bloccato dopo. Trovare un tecnico, non se ne parla fino al mattino seguente. Che femo? Torniamo a casa? Quasi quattro ore di auto, e siamo entrambi piuttosto stanchi. Cerchiamo un albergo? Ormai è l’una di notte passata. Decidiamo di arrangiarci. Fa freddo. Prepariamo il lettone. Troviamo delle borse per l’acqua calda. Scaldiamo l’acqua sul fornello della cucina. Con quelle intiepidiamo il letto. Fa freddo, siamo a più di 1200 m d’altezza. Portiamo la stufetta elettrica del bagno in camera. Mi son messa due tute, pure i guanti e una berretta e così conciata ci siamo infilati sotto le coperte. La nostra notte di San Valentino! Siamo scoppiati a ridere fino alle lacrime, con quei guanti, quella berretta … la notte di San Valentino più divertente che abbia mai trascorso. «Quanto ti amo!» ridendo a crepapelle. mi-spancio.gif
La mattina dopo alle 8:30 c’ha svegliato il custode con un tecnico per le caldaie. Una cazzata, una valvola da cambiare. Tutto risolto, due giorni in un posto bello, passeggiando, sciando al passo del Tonale, ma soprattutto a ristorarci, dopo, in casa al calduccio.
Poi ritorno.
Sono riuscita a fare ben due esami in più rispetto ai quattro programmati per questa sessione, Filologia romanza il 21 e Lingua inglese ieri. Sono contenta. Ho accelerato tutto perché il 3 marzo parto per Taiwan, con Marco, il Druido e Silvio. Ne avevo già parlato. Allora ero indecisa sul da farsi. Temevo di non riuscire a mantenermi in regola con gli esami, invece questo stesso viaggio è stato una forte motivazione per studiare. Marco aveva ragione: si poteva fare.
Così, con questo tran tran, non mi sono interessata più di tanto alla campagna elettorale. Tanto meglio, non li sopporto quei musi da manifesto. E siccome lunedì si parte e torneremo poco prima delle elezioni, mi perderò anche il resto, la qual cosa non mi dispiace affatto. Deciderò all’ultimo momento che fare, riguardo al voto intendo, dopo essermi fatta fare un riassunto da persone di cui mi fido, come il babbo per esempio.
Nel frattempo con alcune amiche e amici abbiamo preparato uno spettacolino per la festa di domani, per il quale alla fine sono anche riuscita a coinvolgere la nonna. Oggi sto a Firenze e domani trascorrerà nei preparativi per la festa per il tardo pomeriggio e la sera.

Che altro?
Valentino Rossi un tempo mi era simpatico, ma dopo la storia dell’evasione fiscale e soprattutto dopo il patteggiamento di questo mese non mi piace più. Ma che storia è mai questa, che un evasore fiscale alla fine paga meno della metà di quello che avrebbe dovuto? A rigor di logica mi sembra che dovrebbe pagare il dovuto più una penale. Ma no, invece! Gli evasori vengono premiati con uno sconto. E che sconto! Più di 75 milioni di euro, nel caso Valentino.
Che strano paese, il nostro. Mi fa arrabbiare e al tempo stesso mi incuriosisce. Ultimamente ho cercato di informarmi un po’ di più com’era nei decenni passati, spinta in questo dalla domanda se i nostri genitori hanno vissuto le stesse ansie e la stessa disillusione (è un eufemismo) nei confronti della politica che attraversa la mia generazione. Mi son fermata soprattutto sugli anni ‘70. Ho fatto un po’ di riflessioni, ma per queste dovrei ora dilungarmi non poco, mentre invece preferisco andarmene a cena e a stare un po’ in compagnia dei miei, e soprattutto di Cecilia “la peste”, che continua a dire che vuol venire a Taiwan con noi. Come no!
azz.gif
ciau.gif

brown.jpg
Annunci

~ di julie su febbraio 29, 2008.

4 Risposte to “Valentino – San e Rossi – più altro ancora”

  1. Quanto ti amo!
    😉
    :*************

  2. Ah ah ah …
    Avrei voluto vedervi in quel della Valcamonica, fringuellini.
    😉

    Sei stata bravissima con gli esami, juliette. Complimenti!

  3. Bel posto a Ponte di Legno.
    Prima che lo monopolizzassi, il Visconte ci portava sempre gli amici.
    😛

  4. Bella, molto bella la festa di ieri.
    😀

    Anch’io trovo assurdo lo sconto agli evasori fiscali.
    Mi sarebbe piaciuto leggere le tue riflessioni sul confronto con gli anni ’70.
    E chissà se mai ce le dirai, visto che domani partite.
    Buon viaggio, di nuovo.
    :mrgreen:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: